NEWS

RAPPRESENTAZIONE TEATRALE "LA GIARA"

mini IMG 20170611 WA0016

Rappresentazione teatrale “La Giara”

I ragazzi della 5^ A… Che passione, anche in scena !

Nella nostra scuola, le classi quinte, per la fine dell’anno scolastico organizzano una rappresentazione teatrale.

Quest’anno è stato il nostro turno.

Perciò, il 7 giugno, a conclusione di un percorso laboratoriale iniziato a fine gennaio, abbiamo presentato al pubblico il libero adattamento della novella di Luigi Pirandello “La Giara”, dato che quest’anno ricorre il centocinquantesimo anniversario della nascita del grande scrittore siciliano e noi, in questo modo, abbiamo voluto rendergli omaggio.

Il percorso è iniziato con la lettura della novella “La Giara” che poi è stata analizzata e alla fine rielaborata, apportando delle “novità”, includendo il nostro dialetto, le nostre antiche tradizioni contadine, i nostri canti e le danze popolari.

Inoltre, la creazione di un nuovo personaggio: il “Viceconsole inglese”, ci ha permesso di ripercorrere la storia della Gallipoli del 1800 e del commercio dell’olio lampante salentino con l’Inghilterra e di riflettere sull’importanza dell’integrazione delle culture.

L’ulivo, al centro del racconto, ci ha offerto l’occasione di mettere in risalto il grave problema della xylella, che sta distruggendo uno dei simboli più importanti della nostra terra.

Tutto questo è stato ambientato in una scenografia realizzata da noi ragazzi (pittura rappresentante alberi d’ulivo con lo sfondo del “mare nostrum” e disegno di un casolare con pennarelli su carta) e arricchita da utensili usati anticamente dai contadini.

Non è mancata una nota comica, che ha reso la rappresentazione molto divertente ed accattivante. Il tutto allietato da musica dal vivo (fisarmonica, tamburelli, ecc.) da canti popolari come “Lu rusciu te lu mare”, “Lu conza limmere”, da poesie di autori taurisanesi e da trovate sceniche, come il “cavallo” con carretto che trasporta la giara.

Con l’aiuto delle nostre maestre, quindi, abbiamo sperimentato anche il linguaggio teatrale: sin dall’inizio ci hanno raccomandato di spogliarci della nostra personalità e di entrare nel ruolo, facendoci diventare dei veri attori !

Il giorno dello spettacolo eravamo tutti un po’ ansiosi, ma una volta entrati in scena ci è sembrato tutto molto facile e naturale, infatti abbiamo ricevuto tantissimi applausi e complimenti.

Al Dirigente Scolastico è arrivato il messaggio della novella. Infatti, alla fine dello spettacolo è salito sul palco ed ha iniziato ad elencare, una per una, tutte le cose positive della nostra performance e poi si è congratulato con noi ragazzi per le competenze acquisite ed anche con i nostri genitori e con le nostre maestre.

Infine noi ragazzi abbiamo ringraziato il Dirigente Scolastico che, da subito, ha creduto nel nostro progetto, le maestre che ci hanno guidato ed aiutato, i nostri genitori che ci hanno procurato il necessario, le persone che si sono rese disponibili e, infine, il pubblico che calorosamente ci ha applaudito.

Alla fine del ciclo della scuola primaria abbiamo vissuto, insieme a maestre e genitori, un’esperienza che non dimenticheremo.

                                                                              Le alunne             Valeria Attanasio

                                                                                                             Noemi Sabato

                                                                                                             Ilaria Scarlino

ozio_gallery_nano