NEWS

LEGALITA' A SCUOLA IS THE WAY OFF

In una società in continuo cambiamento dove siamo bombardati ogni giorno da messaggi privi di significato, dove anche i valori più importanti che hanno guidato la generazione precedente, ora sono venuti meno,  la scuola, a mio avviso, rimane uno di quei pochi ambienti dove si possa  esprimere a  pieno le proprie emozioni, le proprie paure, le speranze di  un futuro migliore. Di qui l’idea di realizzare con i nostri ragazzi un percorso che potesse evidenziare la necessità di conoscere, in modo più approfondito, la realtà che li circonda. Per tutta la durata del progetto il loro interesse a capire di più della solidarietà, della legalità, della condivisione, della forza di volontà per cambiare le cose, è sempre stato alto e la loro partecipazione attiva. Si è deciso infatti di coinvolgerli in due incontri con alcuni referenti dell’associazione Libera lotta contro le mafie  nelle persone del dottore Capezza e della dottoressa Francioso  e con il dottor Montinaro  fratello di Antonio caposcorta del Giudice Falcone; di aggiungere  la visione del  film “L’oro di Scampia”,  la lettura del libro “ per questo mi chiamo Giovanni “ e l’ascolto dell’intervista a Salvo Riina che ha lasciato i ragazzi a bocca aperta. Il percorso si è concluso con la realizzazione di un tamburello trasformato in un orologio sul quale ci sono indicati tutti i diritti, in un grande cartellone su cui i ragazzi hanno attaccato anche le loro opinioni personali e le relazioni dei lavori svolti e un power point nel quale hanno richiamato alla mente le varie stragi compiute dalla mafia e alcune immagini di Peppino Impastato anche lui morto per difendere gli ideali nei quali credeva. Che dire! Un plauso a questi fantastici studenti che hanno dato il meglio di loro e alla nostra dirigente che ha permesso tutto ciò credendo fermamente nei ragazzi e nelle sue docenti.